Verso una rete dei Festival del Sud

 

23658484_1714146548660011_2064544110863610171_n

Dall’ 8 al 10 novembre del 2017 ha avuto luogo la prima tappa del progetto biennale “Il Paese dei Festival – I festival come motori culturali sul territorio italiano”, ideato e promosso dal Goethe Institut di Palermo con la collaborazione scientifica della Fondazione Fitzcarraldo.

Il Paese dei Festival è un percorso finalizzato a mettere a confronto chi si occupa di festival culturali nel sud della penisola, ovvero creare un momento di scambio e approfondimento attraverso tre incontri.
“Obiettivo del progetto – spiega Heidi Sciacchitano, direttrice del Goethe-Institut Palermo – è quello di proporre ai partecipanti di affrontare un percorso comune di training professionale che stimolerà i direttori e i rappresentanti di otto festival a sperimentare un metodo di gestione coerente, sostenibile, internazionale e di alta qualità”

I festival invitati ad aderire al percorso sono otto e provengono da territori e linguaggi artistici differenti: Sicilia, Campania, Puglia e Sardegna le regioni coinvolte; performing arts, musica e arti elettroniche indipendenti, letteratura, arte pubblica, cinema e circo contemporaneo le discipline artistiche.

La nostra organizzazione è stata invitata a partecipare con il progetto Eruzioni Festival, nato nel 2006 alle falde del Vesuvio, che si configura quale piattaforma di sperimentazione e confronto per quelle culture contemporanee che coniugano l’aspetto estetico a quello etico e che lavorano in stretta relazione ai luoghi, alle diverse comunità che compongono il tessuto urbano e al patrimonio culturale locale.

Eruzioni Festival è un evento volto a produrre visioni non di massa ma di individui: un luogo di pensiero, di progetto, di confronto e trasmissione di esperienza. Con Eruzioni Festival lo spettatore e il cittadino cercano di coincidere, la creatività e il civismo finalmente iniziano a viaggiare di pari passo” (Agostino Riitano, direttore artistico).

14859679_1257440394317913_6858231069312911341_o

In questa prima tappa al centro della riflessione e del dibattito i temi della progettazione culturale tra territori e sostenibilità; diversi i dati analizzati, uno dei più rilevanti è la capacità dei festival italiani di generare impatti relazionali e sociali sulle comunità e i territori.
Le parole chiave emerse : contesto, identità, valore, coerenza, risorse, competenze, criticità, soluzioni, conoscenza reciproca, senso, territori, comunità.
Molteplici le domande che ci accompagnano al termine di questo primo step, una in particolare ci sta particolarmente a cuore: quali cambiamenti vogliamo generare negli scenari in cui andiamo a lavorare?

Questi giorni palermitani ci hanno dato la spinta ad andare avanti, a gettare ancora una volta il cuore oltre l’ostacolo. Abbiamo incontrato professionisti competenti e appassionati, animati da uno spirito di condivisione senza remore, disposti a mettere sul tavolo i punti di forza e quelli di debolezza dei propri progetti con la convinzione che insieme si possano generare soluzioni coerenti e scenari sostenibili per il futuro.

Di seguito l’elenco dei festival coinvolti nel progetto:
Cufù Festival (Castrofilippo – Agrigento)
Eruzioni Festival (Ercolano – Napoli)
Festival della Letteratura Mediterranea (Lucera – Foggia)
La Digestion (Napoli)
L’Isola delle Storie, Festival letterario di Gavoi (Gavoi – Nuoro)
MainOFF, Congresso delle musiche e delle arti elettroniche indipendenti
(Palermo)
Sicilia Queer Filmfest (Palermo)
Valdemone Festival (Pollina – Palermo)

Ringraziamo tutto il team del Goethe Institut di Palermo per l’accoglienza, la professionalità, la passione e la lungimiranza. Un ringraziamento speciale va a:
Heidi Sciacchitano, Direttrice
Roman Maruhn, Responsabile progetto “Il Paese dei Festival“
Tatiana Lo Iacono, Referente del progetto “Il Paese dei Festival“

Siamo convinti che la crisi economico sociale che ha investito il nostro paese da un decennio possa rivelarsi una reale occasione di cambiamento delle dinamiche umane e professionali e, in tale contesto, dar vita a momenti di crescita e confronto professionale in campo culturale possa generare la costruzione di network fra le organizzazioni del nostro sud. Dove, malgrado tutto, “esiste un esercito di persone che crede che la cultura possa mutare le sorti dei nostri territori”. (Maria Del Vecchio, direttrice organizzativa Festival della Letteratura Mediterranea)

Gli esiti degli incontri e dei workshop saranno resi pubblici dal Goethe-Institut attraverso una pubblicazione bilingue italiana e tedesca, che sarà realizzata e messa a disposizione di altri festival e soggetti interessati.

Prossimo appuntamento a marzo 2018 con importanti novità!

23632821_1714147538659912_738068609770369920_o

Eruzioni Festival partecipa al progetto “Il Paese dei Festival – I Festival come motori culturali”– iniziativa dedicata ai festival italiani promossa dal Goethe-Institut.