Matera oltre 2019, un sistema imprenditoriale basato sulla cultura

Il 19 marzo l’ ArtEconomy24 – Il Sole 24 ORE ha pubblicato un’intervista ad Agostino Riitano sui metodi, le azioni e le strategie innovative che sottendo la creazione del programma culturale di Matera 2019.

Bobbi Capozucca ha posto 3 domande ad manager:
1. A cosa ci riferiamo quando parliamo di co-creazione?
2. Quali sono state le fasi d’implementazione di questa metodologia?
3. Calato il sipario, qual sarà la legacy di Matera 2019?

Tre spunti chiari per privare a raccontare una parte rilevante dell’esperienza di Matera 2019, partendo dal presupposto, anticipato nel dossier di candidatura, che al centro della scommessa del progetto culturale c’è la scelta di rinunciare a un direttore artistico tradizionalmente inteso e puntare sulla co-creazione con i cittadini, gli artisti, le imprese creative e le istituzioni culturali locali: il risultato è che oggi più del 50% del programma culturale di Matera 2019 è frutto di questa operazione popolare.

Matera 2019, prima di essere un evento culturale internazionale, è una piattaforma di sperimentazione per la produzione culturale e l’imprenditoria creativa, in particolare per il Sud Italia. Una Capitale Europea della Cultura che dal Mediterraneo parla all’Europa evocando il coraggio di una comunità che sta creando un futuro possibile oltre il pregiudizio. Dal mio punto di vista, quello che sta succedendo mi fa ben sperare per il futuro delle istituzioni culturali italiane: è finita l’epoca di calcolare il successo di un progetto solo sulla base dei biglietti venduti, che pur sono rilevanti, ma iniziano ad essere considerati indicatori importanti anche il valore sociale, culturale ed economico che questo genera per una comunità. Matera 2019 sta dimostrando che nulla è impermeabile ai processi di cambiamento mediante la cultura.

https://www.ilsole24ore.com/art/arteconomy/2019-03-19/matera-oltre-2019-sistema-imprenditoriale-basato-cultura-133422.shtml?uuid 

L’articolo è di Roberta Capozucca.

Matera2019 #openfuture