L’artista palestinese che dipinge sulle foglie di fico d’india

Ahmad Yaseen è un artista palestinese e pubblica ogni giorno sulla propria pagina Facebook i suoi dipinti. Non si tratta di oli su tela né tanto meno di quadri dipinti ad acquarello. La sua particolare arte, che gli permette di contraddistinguersi, risiede soprattutto nella scelta della materia prima attraverso cui dare vita alle sue creazioni: le piante di fico d’India. La tela è sostituita dai rami spinosi e carnosi della pianta utilizzati come base. Con un pennello e una tavolozza di colori acrilici, Ahmad realizza così i suoi dipinti. I colleghi della facoltà di arte dell’università di An-Najah, nella città palestinese di Nablus, in Cisgiordania, hanno descritto Ahmad come un “artista geniale” che impressiona non solo per le sue grandi doti da pittore, ma anche per il suo modo di esprimere la sofferenza del popolo palestinese. L’artista palestinese ha spiegato che la sua arte non mira a dipingere martiri, né tanto meno le scene di conflitto fra israeliani e palestinesi. “Vorrei ritrarre elementi che forniscono anche un barlume di speranza e non solo di disperazione”, ha precisato Ahmad. “Un artista deve avere una vista a volo d’uccello, ampia e chiara. Ed è quello che io faccio”. La pianta è il simbolo della natura selvaggia. Cresce ovunque e si adatta a tutte le condizioni atmosferiche. Tenace e forte, difficile da sradicare. “Questa pianta è senza dubbio lo strumento migliore per raccontare le vicende palestinesi”, ha precisato Ahmad.

http://www.tpi.it/mondo/palestina/artista-palestinese-che-dipinge-sulle-foglie-di-cactus